Il tweet racconto dell’evento di premiazione di PiemonteViz

By in #piemonteviz16

Mercoledì 13 aprile, la sala conferenze di Rinascimenti Sociali ha ospitato la premiazione della terza edizione del concorso Piemonte Visual Contest – Un Territorio che si Trasforma, organizzato dal Consiglio Regionale del Piemonte, Consorzio TOP-IX e CSI Piemonte.

 

 

Tre i progetti premiati: “Raccolta differnziata” di Guenter Richter nella categoria “Infografica e Data Visualization”; “Pista Verde” di Roberto e Andrea Brazzelli per la sezione “Mappe digitali” e “La Governance Metropolitana” di Ludovica Lella nella categoria “Storytelling”. Ha poi meritato una menzione speciale “FirstLife”, progetto sviluppato dal dipartimento di Informatica dell’Università di Torino.

 

 

Dopo l’introduzione di Fabio Malagnino e Domenico Tomatis, del Consiglio Regionale del Piemonte, Monica Paolizzi di SocialFare ha raccontato il progetto di Rinascimenti Sociali, acceleratore di conoscenza e imprenditorialità a impatto sociale.
Prima dell’assegnazione dei premi, si è dato spazio ai temi che hanno caratterizzato questa terza edizione: trasformazione del territorio e ruolo centrale degli Open Data all’interno della PA, con interventi di Giuliana Bonello e Lorenzo Benussi che cita, tra gli altri, anche il nuovo portale datausa.io, interessante esempio di portale dedicato alla trasparenza al quale si dovrebbe ambire.

 

 

A seguire, ampio spazio ai due ospiti della giornata: Maurizio Napolitano della Fondazione Bruno Kessler e il communication manager Giampaolo Colletti.
Di più avrei potuto fare, specialmente nel campo statistico, se non ci fosse nel nostro paese, e nei privati e
negli enti morali, una tal quale ritrosia a confidare al dominio del pubblico dati, fatti e notizie”. Con questa citazione di Cesare Battisti del 1898 si apre l’intervento di Maurizio Napolitano. Già più di cento anni fa si chiedevano dati aperti: “è fondamentale rompere ogni resistenza culturale ad aprire dati e informazioni”.

 

 

Dopo aver citato il libro “The Circle“ di Dave eggers e “La cura” di Salvatore Iaconesi e Oriana Persico, sottolinea un tema fondamentale: “L’Open Data deve essere un mezzo, non un fine”.

 

 

Nell’occasione Maurizio Napolitano ha poi ricordato due appuntamenti che caratterizzeranno il mese di maggio: il prossimo Spaghetti Open Data | Dati crudi ora!, che si terrà a Trento dal 6 all’8 maggio 2016 (hashtag ufficiale: #sod16) e la Scuola di Tecnologie Civiche che si svolgerà a Torino dal 19 al 22 maggio.

 

 

L’intervento di Giampaolo Colletti si è sviluppato attorno a “Quei dati che orientano la comunità”, suo approfondimento sul tema recentemente pubblicato su Nova.

 

La premiazione.
La giornata si è conclusa con la premiazione dei progetti vincitori del Piemonte Visual Contest. Nella categoria “Infografiche e Data Visualization” il primo premio è stato assegnato a “Raccolta differenziata” di Guenter Richter

 

 

Il premio “Mappe digitali” è stato assegnato al lavoro realizzato sul terriotrio di Moncalieri da Roberto e Andrea Brazzelli: “Pista Verde”.

 

 

Vince invece il premio “StorytellingLa Governance Metropolitana di Ludovica Lella; a partire dal suo progetto di tesi ha realizzato una analisi accurata delle partizioni dell’area metropolitana.

 

 

Infine è stata assegnata una menzione speciale a FirstLife, il progetto che vede protagonista il dipartimento di Informatica dell’Università di Torino nella realizzazione del portale FirstLife e Teen-Carto, che analizza e raccoglie dati prodotti dai giovani che vivono la città.